Andare in bici in inverno si può: ecco i nostri consigli!

Non possiamo più negarlo: in questi giorni le temperature più basse e le giornate più corte ci stanno ricordando che l’inverno è alle porte!
Andare in bici in inverno richiede uno sforzo di volontà che la bella stagione non impone: c’è timore di ammalarsi, il clima è avverso, l’asfalto è scivoloso per umidità foglie e ghiaccio, cala la visibilità e aumentano i rischi. Per molte persone, la bici torna a essere un mezzo di spostamento solo con la comparsa dei primi caldi: così si finisce per abbandonare la bici a novembre per riprenderla ad aprile e, nel frattempo, usare l’auto. Difatti non è un caso se i picchi d’inquinamento atmosferico si registrano in inverno, direttamente connessi all’esponenziale aumento del traffico.

Con poche accortezze su bici e abbigliamento, è possibile continuare ad andare in bici anche in inverno per muoversi in città e per compiere brevi tragitti, godendo di un sano movimento e di qualche soldo risparmiato anche quando le temperature sono più rigide.


COME PREPARARE LA BICI PER USARLA IN INVERNO?

Attenzione alle batterie delle bici elettriche

Chi ha una bici elettrica è preoccupato dall’arrivo dell’inverno perché se la bici elettrica non viene utilizzata per lungo tempo le batterie possono rovinarsi: è vero. Per questo motivo consigliamo sempre ai nostri clienti, in caso di inutilizzo prolungato della bici elettrica (per più di un mese), di mettere comunque in carica la batteria almeno una volta al mese, anche se la bici resta ferma: basta solo questo piccolo accorgimento per evitare il deterioramento della batteria. Ad ogni modo, siamo certi che, visti tutti i vantaggi che offre muoversi con una bici elettrica, una volta che si inizia a usarla alla fine sarà difficile rinunciarvi nonostante le basse temperature!

Parafanghi, pneumatici, freni

Usare la bici in inverno comporta più manutenzione: è bene ricordarsi di passare dal proprio meccanico di fiducia per un controllo generale, in particolare a freni, pneumatici e catena.  

Attenzione ai freni: i classici V-Brake (quelli con i pattini) perdono molta efficienza da bagnati: bisogna compensare aumentando ulteriormente l’attenzione alla guida, cercando di anticipare le frenate, le curve e le manovre più complesse. I freni a disco sono senz’altro più efficienti, per questo li consigliamo sempre a chi vuole usare la propria e-bike tutto l’anno e su ogni tipo di percorso.

Pneumatici: opportuno valutare delle coperture per le basse temperature, quindi con un battistrada e una mescola efficienti in caso di freddo e pioggia. Un piccolo trucco: sgonfiando leggermente le gomme si aumenta la superficie di contatto con l’asfalto e quindi il grip. Ma attenzione, solo leggermente, perché non va bene avere gomme troppo sgonfie: oltre ad aumentare il rischio di forature, in una bici elettrica diminuisce l’autonomia!

Parafanghi: indispensabili per chiunque voglia andare in bici in inverno! Se la bici non ne è dotata, esistono in commercio dei parafanghi che si possono installare facilmente solo quando ce n’è bisogno.

Essere ben visibili: dotarsi di luci e riflettori

Con le giornate che si accorciano, in inverno la probabilità di muoversi con il buio è alta: per questo è necessario dotare la propria bici di un set di luci che ci consenta non solo di vedere ma soprattutto si essere visti (importante in ogni stagione, in particolare in inverno!), assicurandosi di avere una luce anteriore e posteriore. Buona norma anche indossare strisce catarifrangenti su zaini e giubbotti, diventata obbligatoria nelle strade extraurbane.

Stile di guida della bici in inverno

Sulle piste ciclabili e sulle corsie riservate alle biciclette spesso si accumulano foglie acqua e neve che, poi, tendono a gelare. È importante quindi prestare molta attenzione o, se possibile, meglio stare leggermente più al centro della strada, in modo da tenere le ruote fuori dalla “zona rossa” e avere più spazio per le manovre. Con una bici elettrica, la velocità fa aumentare i pericoli e le probabilità di manovre improvvise: meglio tenersi leggermente al di sotto della solita andatura. Un tipico difetto di guida dei ciclisti è quello di concentrarsi solo sui metri davanti alla ruota anteriore: un campo visivo più lungo permette di individuare in anticipo (e quindi evitare) eventuali pericoli.

Si può usare l’ombrello?

Andare in bicicletta tenendo l’ombrello con la mano, oltre che essere vietato dal codice della strada, è estremamente pericoloso sia per chi guida la bici che per gli altri. Esistono in commercio supporti specifici che permettono di fissare dei portaombrelli, oppure parabrezza e tettini antipioggia, ma sono spesso strutture ingombranti e poco pratiche che richiedono tempo per essere montate e rimosse, e non sono il massimo della comodità. Per questo, in caso di pioggia, l’opzione migliore è avere un poncho sempre pronto nello zaino!


COME VESTIRSI PER ANDARE IN BICI IN INVERNO?

Vestirsi a strati

Per andare in bici in inverno, il primo aspetto da curare è l’abbigliamento: il comfort è fondamentale anche per la sicurezza, perché se si ha troppo freddo si fatica a essere concentrati sulla guida. Anche per andare in bici in inverno vale la regola di vestirsi “a strati”: una giacca in pile è sicuramente da preferire a un piumino imbottito che – dopo pochi minuti di movimento (ricordiamoci che pedalare è un ottimo modo per scaldarsi!) – si rivelerà troppo caldo. Per questa ragione le giacche tecniche impermeabili, antivento e traspiranti (magari dotate anche di inserti catarifrangenti), sono la soluzione ideale per affrontare l’inverno in bici. In caso di pioggia è bene optare per un poncho: per usarlo al meglio fissarlo al manubrio con le mani per evitare il fastidioso effetto vela.

Attenzione alle estremità: testa, mani, piedi

Indossare il casco e una protezione per le orecchie: oltre a proteggere la vita, il casco aiuta anche a proteggere la testa dal freddo. Sotto al casco si può aggiungere una fascia o un paraorecchie per proteggerle dal vento freddo e mantenerle calde.

Coprire il collo: dei collari che coprono spalle e collo sono da preferire a sciarpe e foulard, poiché non c’è il rischio che si sfilino in corsa e permettono di conservare maggiormente il calore evitando che le articolazioni si irrigidiscano.

Indossare i guanti: è il caso di evitare l’esperienza di frenare con le mani gelate! Per questo mai dimenticarsi i guanti quando si vuole andare in bici in inverno. Meglio ancora se sono caldi, impermeabili e con inserti nei punti strategici che assicurano una buona presa sul manubrio e soprattutto sulle leve dei freni.

E i piedi? Ovviamente scarpe impermeabili, ma non solo: calzini termici per salvaguardare il calore dei piedi e, in caso di pioggia, un cambio!

E ora… buone pedalate invernali!